sabato 30 marzo 2013

A PASQUA SALVA UN AGNELLO!





Ogni anno in Italia la strage degli innocenti: 3.000.000 di agnelli vengono sacrificati per le nostre tavole Pasquali.
Per festeggiare sopprimiamo una piccola vita; ma non tutti riflettono veramente su questa usanza e si rendono conto di come avvengono questi efferati uccisioni.
Ecco la tragica odissea degli agnelli sacrificali: i piccoli vengono strappati alla madre ad un mese di vita e stipati nei TIR in cui vengono ammassati e costretti a lunghi viaggi e stenuanti.
Quando arrivano al macello per essere uccisi, attendono la loro agonia ascoltando prima i belati terrorizzati degli altri cuccioli mentre vengono sgozzati.
Una volta arrivati ecco la procedura, veramente barbara: vengono storditi, appesi a un gancio ed infine sgozzati, lasciandoli dissanguare finchè non sono morti; molte volte non si preoccupano nemmeno di controllare che siano completamente intontiti, ma frettolosamente li passano uno dopo l’altro senza nemmeno verificare che le loro sofferenze siano perlomeno ridotte al minimo.
Questa è la tortura che infliggiamo ogni volta che decidiamo di mettere questo piatto sulla nostra tavola Pasquale!
Basta andare su you tube e troverete numerosi video nei quali potete verificare questa macellazione impietosa, ma attenzione le immagini sono cruente, a me personalmente è bastato vederne pochissimi minuti per uscirne scioccata
Ora che siete al corrente di come avviene la macellazione dei poveri agnelli,vi sembra ancora umano per un festeggiamento mangiare queste piccole creature il giorno di Pasqua?
Fermiamo questa quest’usanza barbara!
E’ molto semplice contiribuire : basta che ognuno di noi  rinunci a questo piatto sacrificale e salverà una piccola vita.
Buona Pasqua di pace a tutti....




Nessun commento:

Posta un commento