mercoledì 23 ottobre 2013

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte




TUTTI PAZZI PER MOZZI!

La dieta dei gruppi sanguigni sta letteralmente spopolando, grazie alle capacità comunicative e organizzative del Dottor Mozzi, ma soprattutto merito del passaparola dei pazienti guariti da svariate patologie solo con la sua dieta.
In prima linea per la divulgazione delle sue contrastate teorie, Telecolor http://www.telecolor.net/, le cui trasmissioni, condotte con garbo da Antonella Baronio e Gianni Leani, affrontano in ogni incontro con il Dott. Mozzi  i disturbi e le malattie più frequenti, da quelle più comuni a quelle più gravi, in relazione al cibo e ai gruppi sanguigni.( ogni secondo venerdì del mese dalle 20.45 alle 22.45)
Nelle puntate, dopo una breve introduzione, il Dottor Mozzi risponde alle telefonate dei pazienti e,
attraverso i quesiti e le loro testimonianze, il telespettatore impara a comprendere meglio come prevenire e combattere le malattie attraverso l'alimentazione.

COS’E’LA DIETA DEI GRUPPI SANGUIGNI

Il Dottor Mozzi, residente alle Mogliazze, località montana in provincia di Piacenza, applica da decenni la dieta dei GS, ideata da Peter D’Adamo nel 1997.
Se dovessi riassumerla, direi che la dieta è caratterizzata da alimenti scelti in base alle proprie caratteristiche del proprio Gruppo Sanguigno, e prevede l’eliminazione dei cerali contenenti glutine, latte e latticini, salumi, privilegiando quinoa, amaranto, cereali senza glutine,legumi, carne, frutta e verdure e semi oleosi sempre in quantità moderate ed abbinate correttamente.
Ma sarebbe diminutivo limitare la dieta a questa definizione. 
Attraverso decenni di esperienza, il Dottor Piero Mozzi, medico coraggioso e controcorrente, non solo ha creato una guida utilissima per alimentarsi correttamente secondo ogni GS, ma con i suoi consigli ci fornisce i mezzi per imparare a gestire da soli la nostra salute, comprendendo i segnali del nostro corpo in base alle reazioni al cibo introdotto quotidianamente.
Fioriscono ormai sempre più spesso siti e blog di ricette che ne seguono la scia, e le trasmissioni su youtube con le sue interviste sono seguitissime.
Il Dottor Mozzi è ormai diventato la primula rossa, impossibile trovarlo al telefono e ai suoi mercatini vi sono centinaia di persone in piedi che attendono ore, persino con condizioni metereologiche disagevoli (collaudato di persona!), per potergli parlare a volte anche solo qualche minuto.

CHI E’IL DOTTOR PIERO MOZZI(a proposito....gruppo zero)
Tutto aspettatevi fuorché un medico classico, come già avrete intuito.
Non ha mai visto un ospedale né indossato un camice, perché come lui stesso afferma, "detesta camici bianchi e ospedali” (anche noi a dire il vero !) ma di pazienti ne ha curati ugualmente a centinaia, e senza dare medicine.
Bellissima l'intervista di Stefano Lorenzetto sul Giornale, che si è inerpicato alle Mogliazze per scovare questo medico così fuori da tutti gli schemi. http://www.ilgiornale.it/news/interni/medico-privo-camice-ascolta-voce-sangue-960051.html
Dott. Pietro Mozzi

Il Dottor Mozzi, il cui viso è incorniciato da una lunga barba bianca, mi richiama incredibilmente la figura di Fra Cristoforo dei Promessi Sposi….casualmente anche lui non le mandava a dire….( a proposito la chiesa che sta aiutando a restaurare con le donazioni, nonostante sia ateo, si chiama proprio …San Cristoforo)
Il suo fare è schietto e i suoi modi inusuali, quasi bruschi, ma sa ascoltare attentamente chi gli espone i suoi problemi, dote non scontata, considerando che i medici, sono stati trasformati molte volte solo in…firmaricette...
Ma nonostante il suo carattere un po' burbero, sa immediatamente ritrovare il sorriso quando i pazienti lo ringraziano per la salute ritrovata, e devo dire che si vede molto spesso.

LA SUA VITA
Nato a Bobbio nel 1950, in provincia di Piacenza, si è laureato in medicina nel 1977, a Parma.
Curioso di natura ed acuto osservatore, sin da ragazzo, ha indirizzato la ricerca dei suoi studi verso le causa delle patologie, sperimentando in prima persona la relazione del cibo con il proprio sistema immunitario, scoprendo l’importanza di ciò che introduciamo nel nostro corpo e che deve essere sempre in armonia con le leggi della natura e il susseguirsi delle stagioni.
Dallo studio è passato rapidamente alla pratica cercando di raggiungere l’obiettivo che si era sempre imposto fin dalle prime armi: "quello di migliorare lo stato di salute delle persone e di capire profondamente le cause delle malattie.”
Trattando per primo il proprio organismo come preziosa fonte di informazioni e sperimentazione, "consiglia ai suoi pazienti di valutare sempre con spirito critico tutte le manifestazioni del nostro corpo senza escludere mai nulla a priori, ripetendo anche le prove."
Sintetizzando, ha applicato semplicemente il “Metodo Scientifico”: ipotizzare, sperimentare, analizzare e trarre conclusioni.”

Spinto dalla sua proverbiale curiosità e voglia di sapere, è approdato alle pubblicazioni che trattavano dell’alimentazione in base ai gruppi sanguigni.
Stimolato da questi studi, ha proseguito la propria ricerca personale sperimentandola poi sui propri pazienti, anche se è profondamente convinto che, data l’altissima variabilità della genetica umana, la dieta preconfezionata fosse comunque limitativa e che dovesse essere personalizzata in base all’individuo e alle sue caratteristiche personali e sempre variabili.
Egli stesso, nonostante le indicazioni dettagliate che fornisce attraverso i suoi libri per ogni gruppo, sostiene che non esiste la verità assoluta e che le dieta va collaudata e sperimentata di persona, privilegiando la pratica e l’osservazione personale, più della teoria.

Dopo decenni di esperienza come medico, il Dottor Mozzi così afferma: “Sostengo che esiste una relazione molto stretta tra il gruppo sanguigno a cui apparteniamo e l’alimentazione che dovremmo seguire per mantenere uno stato di salute soddisfacente. E se le reazioni dell’organismo non vengono “ascoltate”, col tempo si possono manifestare le patologie. Considero la malattia non come un fatto casuale, accidentale ma come l’evoluzione di un processo che ci ha portato ad essere in quella determinata situazione”
Tratto dal sito del Dottor Mozzi http://www.dottormozzi.it/index.php

LA COOPERATIVA MOGLIAZZE
Nel 74 Il Dottor Mozzi ha scoperto un vecchio borgo abbandonato abbarbicato alle pendici dell’Appenino, 8 km sopra il comune di Bobbio.
Innamorato del luogo un po' selvaggio e deciso a riportare in vita il villaggio costituito da poche case di pietra ha realizzato il suo sogno, creando la Cooperativa Mogliazze srl, che gestisce tuttora insieme a pochi amici e alla sua famiglia, moglie e due figli, Martino ed Ester, trasformando così 70 ettari di terra abbandonata in una fattoria biologica autosufficiente.
In questa azienda agricola coltiva con il metodo di produzione biologico piante da frutto, ortaggi ed erbe officinali che trasforma direttamente nei propri laboratori.
Alleva al pascolo libero pecore da carne e pratica l'apicoltura.


Le Mogliazze
Un interessante articolo che illustra com'è organizzato l'ecovillaggio della Cooperativa:
 A rotazione Il Dottore porta i suoi prodotti ai mercatini naturali mensili:
- 1° domenica del mese a Pavia (PV) in Piazza del Duomo (10:00 - 17:00)
- 2° Domenica del mese ad Appiano Gentile (CO) in Piazza della Liberta' (10:00 - 17:00)            
- 4° Domenica del mese a Monza (MI) in Piazza Carrobiolo (10:00 - 17:00)           

Questo è il suo sito ufficiale http://www.dottormozzi.it/index.php, in cui troverete i suoi libri, i prodotti della cooperativa, informazioni sulle eventuali conferenze, ed infine qualche ricetta e consigli su alcuni antichi rimedi naturali, come l’impacco di argilla e il lavaggio del naso con acqua e sale.
Se decidete di andare ai mercatini, armatevi di tanta pazienza e coraggio, perché sarete in fila ore e ore in attesa di poter parlare con il Dottore, il quale dispenserà consigli e suggerimenti senza prendere alcun compenso. Se invece vorrete una dieta personalizzata o avete patologie  gravi, potrete compilare una scheda che richiederete al banchetto insieme al numerino per attendere .
Con la scheda precompilata pagherete 60 euro per avere una dieta personalizzata oppure in caso di patologie complicate vi sarà spedita al vostro indirizzo.
Eventualmente potrete prendere appuntamento con il Dottore attraverso il suo sito.

IO …..MOZZICO E VOI?
Vi spiego ora perché ho deciso di aprire quest’angolo di informazione nonostante vi siano ormai siti in ogni dove.
Il primo motivo:
Ho iniziato la dieta da un solo mese e visti i miei risultati sorprendenti, vorrei condividere la mia esperienza della quale vi aggiornerò illustrandovene rose e se ce ne fossero …anche spine.
Ho già incrociato in un solo mese su facebook molte persone che hanno curato efficacemente le loro patologie grazie alla dieta del Dottor Mozzi ed è un vero peccato non poter raccogliere la loro esperienza per aiutare chi volesse capirne le potenzialità.
Per cui se qualcuno volesse condividere la propria storia sarò felice di pubblicarla nel mio blog, e rendere un servizio utile a tutti noi.
Ed inizierò proprio con il mio personale contributo, seppur fresco di un solo mese.

Il secondo motivo
Penso che informazione e condivisione siano un’arma importante per diffondere la verità.
Visto che mi capita spesso di dover spiegare ai miei amici in cosa consiste esattamente la dieta e dove accedere ai principali siti di informazione, ho pensato di aprire un angolo nel mio blog in cui mettere a disposizione i principali siti e gruppi di facebook, ed alcuni consigli per iniziare la dieta.

COS’E’ LA DIETA DEI GS
La dieta dei GS è stata ideata da Peter D’Adamo nel 1997.
La sua ricerca è partita dal libro One man's food, pubblicato nel 1980.dal padre, James D'Adamo naturopata come il figlio. secondo D’Adamo l'appartenenza a uno specifico gruppo sanguigno influenza la nostra suscettibilità nei confronti delle malattie.
Peter D’Adamo avrebbe poi proseguito la ricerca pubblicando Eat right 4 your type (in Italia pubblicato con il titolo L'alimentazione su misura, edito da Sperling & Kupfer
Il gruppo sanguigno, che contraddistingue ognuno di noi, è una sorta di impronta genetica che stabilisce chi siamo, le scelte alimentari e lo stile di vita che più ci si addicono.
Oltre ad essere un metodo molto efficace per perdere peso e preservare la salute, questo tipo di alimentazione dimostra quanto sia importante personalizzare la nostra dieta seguendo le proprie caratteristiche.

QUALI SONO I GRUPPI SANGUIGNI
I gruppi sanguigni si sono differenziati attraverso i periodi dell’evoluzione umana.
I Gruppi Sanguigni
Gruppo 0 è definito cacciatore.
E' il primo gruppo sanguigno che è apparso sulla terra.
Nato circa 50.000, 40.000 anni fa, si nutriva principalmente di carne.
Gruppo A è definito agricoltore.
Nato circa 25.000 - 15.000 anni fa, in seguito all'introduzione dell'agricoltura e all'allevamento degli animali.
E’ il gruppo che meglio tollera i carboidrati, proprio perché è nato come una forma di adattamento ai prodotti dell’agricoltura: in genere tollera male il latte ed è meno propenso generalmente al consumo di carne rossa,
Gruppo B (nomade).
Nato attorno all'Himalaya, 10.000 - 15.000 anni fa.
Era costituito da popolazioni nomadi la cui alimentazione era basata soprattutto sulla pastorizia, per cui carne e latticini.
Gruppo AB 
E’ un mix tra A e B ed è il gruppo sanguigno più recente,
Nato solo 1000 - 1200 anni fa dall'incrocio del gruppo A con quello del gruppo B, causato dalle vittorie dei barbari (gruppo B) sui romani (gruppo A).

Ho trovato interessanti questi due siti che illustrano gli alimenti concessi a ogni gruppo.
(Ho notato che i cibi consigliati da Peter D’Adamo e dal Dott. Mozzi hanno però delle variazioni.

LA MIA ESPERIENZA
Premetto che non ho mai seguito diete(sono magra come un’acciuga), osservando quanto sulle mie amiche i vari regimi alimentari siano a volte inutili e provvisori, se non dannosi come nei casi delle diete iperproteiche.
Inoltre ho sempre pensato che la maggior parte delle diete che imperversano secondo le mode abbiano qualcosa di illogico, se non di folle, che va a cozzare con le esigenze alimentari dell’essere umano.
Ma eccomi al dunque.
Mi sono imbattuta per puro caso in questo tipo di alimentazione, incrociando su facebook una persona che elogiava i pregi del Dottor Mozzi della dieta che l’ha curata.
Incuriosita per il suo entusiasmo e i risultati ottenuti con la dieta, le ho chiesto ulteriori informazioni(grazie Adnana's).
Mi ha spiegato che la dieta dei Gs è anche senza glutine e latte, e questo particolare veniva  proprio a puntino.
Glutine
Vi spiego: in quel periodo la mia cara amica, intollerante proprio a questi due alimenti, era alla ricerca di un’alternativa alla sua alimentazione, basata prevalentemente, su prodotti preconfezionati come gallette di mais, riso, panini di similplastica, farine preconfezionate(il tutto carissimo ovviamente) e mattoncini immangiabili di grano saraceno preparati in casa.
Nonostante la dieta ferrea e suoi sforzi, da anni i suoi disturbi continuavano a persistere, rendendola stanca ed anemica.
Chi è celiaco sa quanto sia difficile combattere con la salute e districarsi tra gli innumerevoli prodotti: quelli che ho voluto collaudare personalmente sono a volte stucchevoli e pesanti, a mio parere più del glutine!
E così detto fatto, mi sono rimboccata le maniche e ho deciso di darle una mano.
Ho scoperto un sito bellissimo che spiegava semplicemente alcune ricette di piatti senza glutine su indicazioni della dieta Mozzi. http://www.ricettegrupposanguigno.com/
Ma si sa, cucinare due piatti diversi è piuttosto scomodo, per cui un po’ per praticità e chissà, un po’ per il mio solito istinto, ho iniziato ad eliminare anch’io completamente il glutine e definitivamente latte e latticini che già avevo diminuito.
Premetto che io ho avuto un linfoma Non Hodgkin, ora in remissione e un’epatite c, riattivata dalle cure per il cancro e principalmente per il Rituximab, per cui negli ultimi mesi risentivo di una stanchezza sempre più debilitante e disturbi legati al malfunzionamento del mio fegato.

CRONACA DELLA DIETA:I MIEI PRIMI RISULTATI
I primi due giorni la mia stanchezza è aumentata e stavo quasi per desistere, pensando provocasse ulteriori danni al mio stato di salute.
Il terzo giorno invece.... sorpresaaaaa…. è stato come uscire da un bozzolo: la stanchezza è scomparsa di botto e l’energia aumentata improvvisamente!
Dopo qualche giorno in cui lo stato di grazia continuava, ho cominciato così a pormi delle domande serie sull’importanza e gli effetti di ciò che ingurgitiamo ogni giorno.
Forte delle nuove energie regalatemi dalla mia novella alimentazione, mi sono tuffata a capofitto sui filmati accessibili su Youtube raccogliendoli  nel mio canale http://www.youtube.com/playlist?list=PLN3W2ny0JY7kvqbRcql8jkEkG9trGquta&action_edit=1 
Mi sono iscritta contemporaneamente a molti gruppi di facebook che seguono questa dieta, scoprendo così che questa alimentazione è in grado di curare efficacemente patologie come il diabete, pressione alta, endometriosi, cefalee, celiachia e moltissime altre patologie sino ad arrivare a quelle più serie.
Mi è venuto a questo punto naturale chiedermi quali dannose conseguenze possa creare il glutine, se solo smettendolo ho ritrovato un’energia che da svariati anni non conoscevo più, ho sempre pensato che il glutine creasse danni seri solo ai celiaci e agli intolleranti!

LA MIA ALIMENTAZIONE
Pur non eccedendo mai nel cibo(fatto salvo per periodi di caramelle a gogò)ho sempre prediletto farinacei, frutta, un po’ di verdura e tanti zuccheri, pochissima carne e pesce, niente alcool e fumo.
Decisa a rivoluzionare la dieta della mia mica e nel contempo anche la mia, dopo essermi munita di una piastra per piadine e crepes mi sono messa ai fornelli
In una settimana ho imparato in fretta a fare crepes e piadine di saraceno, farinate e castagnacci, una vera leccornia , tutte su indicazione delle ricette in base ai gruppi sanguigni.
Ho eliminato completamente i latticini che usavo con molta moderazione, ad eccezione del solo parmigiano.
Ho iniziato a sostituire il caffè con la cicoria, bevanda disintossicante ed energetica e ho mantenuto per i primi 15 giorni solo gli adorati zuccheri.
Come vi ho già detto il mio stato di salute ne ha avuto benefici immediati.
Ma non basta: seguendo i filmati ho appreso, ahimè, dal Dottor Mozzi che linfomi e leucemie sarebbero causati soprattutto da glutine e zuccheri.
Se del glutine non ho risentito della mancanza in nessun modo, per gli zuccheri ho una vera dipendenza, anche se si tratta di quantità giornaliere minime.
Visti i risultati dovuti all’eliminazione dei cereali a base di glutine non mi sono però persa d’animo ed ho iniziato a diminuirli.
Devo dire che facendo piccoli esperimenti personali ho notato come gli zuccheri, anche se solo in lieve eccesso, influivano sulla lentezza della digestione, sulla sonnolenza e altri piccoli disturbi come il prurito.
Per cui mi sono decisa a gran fatica ad eliminare anche quelli.

AIUTOOO, COSA MANGIO?
Una delle domande più frequenti che sorgono quando si decide di intraprendere questo regime alimentare è: se elimino farinacei, latticini e salumi, cosa mangio e cosa cucino?
Non fate l’errore di buttarvi su prodotti per celiaci...nulla di più sbagliato, perché sono a base solitamente di riso, mais e miglio.
Se miglio e riso possono essere tollerati a malapena dal Gruppo sanguigno A, al contrario il mais potrebbe creare seri problemi agli altri gruppi A, AB e O.
E probabilmente era proprio la causa dei continui malesseri della mia amica.
Per cui dovrete imparare a fare tutto in casa, risparmierete in denaro e …guadagnerete in salute.
E non aspettatevi di fare la fame, anche se molti adottano questo regime alimentare per dimagrire, i piatti sono vari e nel caso dei sostituti del pane  veramente appetitosi!

Mettetevi dunque all’opera. 
Io ho fatto così: munitevi di una teglia per crepes, una teglia per plum-cake e una per pizze, necessari per le vostre prime piadine, crepes e gradevoli pagnotte.
Le crepes - facebook: Le-ricette-del-dottor-Mozzi
La mia prima preoccupazione è stata: come sostituisco i farinacei?
Mi sono stati utilissimi principalmente due siti(dato che non avevo ancora i libri)
E in questi giorni un altro utilissimo sito nato proprio per chi è alle prime armi e rischia di andare in tilt:
Ma ve ne sono molti altri che vi elencherò a fine pagina e che vi daranno l'opportunità di scambiare informazioni e  stingere amicizie con persone molto gradevoli.
Vi è il sito ad esempio "Emozioni e Gruppi sanguigni", della Dottoressa Silvia La Chiusa, psicologa e bionutrizionista che applica la dieta dei GS e  organizza piacevoli incontri con chi volesse approfondire sia la dieta che lo stuzzicante argomento delle emozioni in relazione al cibo:

Nel primo sito “ricette gruppo sanguigno”, che prende spunto dalle ricette del Dottor Mozzi, ho imparato a cucinare inizialmente crepes e piadine.
Inutile negare che i primi risultati sono stati fallimentari, soprattutto le piadine che venivano un po' crude e le crepes, bruciacchiate.
Ma insistendo e calibrando il fuoco e lo spessore degli impasti sono riuscita alla fine ad ottenere risultati magnifici: più riuscite a farle sottili e più rimangono cotte e digeribili.
Tenete il fuoco preferibilmente basso e aiutatevi con un coperchio , soprattutto per le crepes, in modo che l’umidità le aiuti a staccarsi meglio dalla padella.
Se poi siete gruppo zero potrete gustare anche le deliziose farinate, che nella ricetta del Dottor Mozzi sono particolarmente delicate perché senza olio.
Anche le pagnotte e le ciambelle devo dire che sono molto gustose e ci offrono una scelta molto più variegata che il pane fatto con il frumento.
Variano da quelle con la zucca, alle castagne, o alla quinoa, al miglio e riso, anche se questi ultimi vanno consumati con moderazione e secondo le indicazioni del DottorMozzi.
Per le pagnotte idem, a dir la verità  mi sto ancora specializzando, sono ancora poche quelle che mi vengo a puntino, soprattutto quelle con il lievito di birra, forse per via della difficile lievitazione.
In seguito ho acquistato il libri del Dottor Mozzi, che ritengo indspensabili sia per avere una guida e capire le differenze per i gs, che per le ricette veramente invitanti.
Risolto il problema del pane, direi che siete già a metà opera, il resto è molto più semplice, seguire le istruzioni e provare provare provare.
La sperimentazione, d’altronde è la parte più entusiasmante della dieta e potrete mettere alla prova la vostra fantasia e la vostra ....pazienza.

Se avete problemi particolari, patologie o allergie e disturbi vari munitevi come ho fatto io di un quadernetto in cui annoterete quotidinamente le vostre reazioni al cibo introdotto.
Nonostante la guida del dott. Mozzi sia indispensabile, ognuno di noi ha un sistema immunitario diverso, per cui potrete individuare da soli gli alimenti che possono innescare i sintomi più svariati. 
A volte si hanno delle vere e proprie sorprese!

L'INCONTRO CON IL DOTTOR MOZZI
Dopo le prime due settimane decido sempre più incuriosita, di andare a Pavia con la mia fida amica per verificare come funziona questo inconsueto sistema Mozzi.
Attendendo per ore  tra centinaia di persone in piedi sotto la pioggia solo per potergli chiedere qualche consiglio al volo (scenario quasi surreale), ho avuto occasione di parlare piacevolmente con alcuni suoi pazienti e di appurare ulteriormente l’efficacia della dieta su svariate patologie..
Ho anche notato che molti di loro si sono avvicinati a questo regime alimentare semplicemente per dimagrire, ma nel contempo hanno risolto vari disturbi legati al peso in eccesso.
Primo incontro perlustrativo col Dottor Mozzi: resistenza incredibile del Doct. che ha risposto ai quesiti di pazienti e nuovi arrivati per tutta la mattina e il pomeriggio fino a sera senza interruzione!
Il dottore mi ha confermato che la mia reazione così veloce e positiva alla dieta è perché sono gruppo zero, un GS solitamente caratterizzato da un metabolismo e risposte immmunitarie veloci, inoltre mi ha dato qualche altra informazione per i linfomi, causati secondo lui da glutine e zuccheri, togliendomi però anche la prugnetta, sigh, ultimo piccolo baluardo consolatorio che mi concedevo per colmare il desiderio irrefrenabile di dolcetti.
Arricchito il mio bagaglio informativo, ho proseguito così il mio nuovo percorso di salute, sul quale vi aggiornerò strada facendo.

LE RISPOSTE AI MIEI PERCHE’
Questo studio approfondito sui gruppi sanguigni inoltre, ha dato risposte esaurienti ad alcuni dei quesiti che mi ero sempre posta.
Ognuno di noi è caratterizzato da un sistema immunitario personale, che influisce non solo sulle nostre abitudini e tendenze alimentari, ma anche sulle risposte del nostro organismo in correlazione alle malattie ed ai tumori, variando ad esempio la velocità di reazione alle cure o determinando la lentezza della progressione nella malattia.
Quesiti importanti che mi ero posta spontaneamente osservando il percorso travagliato del mio cancro, che ho da sempre “sentito”veloce come il mio metabolismo.

GRUPPO ZERO

Gruppo zero
Allora non ero ancora a conoscenza delle particolari caratteristiche del mio gruppo, ed ora mi chiedo quali innumerevoli possibilità avrebbe la medicina nel curare e prevenire le malattie e i tumori usufruendo non solo di questa dieta determinante per la salute, ma anche delle diverse prerogative e potenzialità che offrirebbe la semplice aggiunta nelle cartelle cliniche del gruppo sanguigno, requisito indispensabile per personalizzare le cure.
Chiunque accedendo alle informazioni potrà appurare quanto ci si possa ritrovare anche sperimentando personalmente le verità incontrovertibili delle diversità nei comportamenti dei GS, pur concedendo le variazioni minime personali.
Vi faccio qualche esempio: come abitudine al mattino non ho mai amato particolarmente fare la colazione raccomandata  dai soliti dietologi tradizionali, che asseriscono come il primo pasto sia indispensabile per trarre energie per tutta la mattinata.
Contrariamente a questo dogma e nonostante la mia apparentemente malsana consuetudine, la maggior parte delle mie giornate è caratterizzata tuttora da un veloce caffè, digiuno per poi accedere alla prima colazione solo a tarda ora, dopo che ho consumato un bel po' di energie. Al punto che a volte mi dimentico di mangiare.... 
E anche durante il giorno, mi è capitato spesso di reggere tranquillamente a ore di digiuno prolungate senza risentirne minimamente, anzi notando più lucidità in assenza di pasti.
Questa tendenza alimentare è tipica del gruppo zero, salvo eccezioni ovviamente.
Approfondendo gli studi delle differenze dei GS mi accorgo di rientrare pienamente nella mia  categoria.

GLI ALIMENTI CHE HO SCOPERTO
La dieta mi ha dato anche l’opportunità di conoscere due nuovi alimenti di cui non avevo mai sentito parlare, la cicoria e l’olio di vinaccioli

CICORIA
Caffè di cicoria
Essendo un'abituale consumatrice di caffè, scopro che per il mio gruppo è meglio evitare di consumarne troppo perché lo stomaco è un po' sensibile a questa sostanza e in ricerca di alternative, seguendo un filmato sento parlare della cicoria.
Ho iniziato a sostituirla al caffè, prendendola senza zucchero e la trovo molto gradevole, anche se all'inizio il gusto è particolare.
Ho cercato informazioni e ho scoperto che è una bevanda energizzante e disintossicante, un ottimo sostituto dell'adorato caffè che ogni tanto mi concedo ancora. 

Proprietà della Cicoria

La cicoria è della famiglia delle Asteraceae (Compositae)

La cicoria contiene numerose sostanze: inulina, cicorina, un glicoside amaro, mucillaggini, resine, oli essenziali e pectine.
Sono presenti anche l'arsenico, la levulina, zuccheri; terpeni, acido acetico e stearico, sali minerali come sodio, potassio, magnesio, calcio, ferro, rame, fosforo; cloruri, vitamine quali la B, C, P, K; amminoacidi, lipidi e protidi.
Grazie alla cicorina e all'inulina, quest'erba ha un blando potere  lassativo, stimola la digestione e la secrezione del pancreas, regolando la quantità di glucosio nel corpo umano, regolando anche il livello di colesterolo.
Inoltre è protettiva nei confronti del fegato.

Controindicazioni
La cicoria preferibilmente  dovrebbe essere utilizzata con prudenza dalle donne in stato interessante a causa della sua azione utero-stimolante, e  con attenzione da soggetti con problematiche di calcoli, coleocistite e calcoli.
Ho notato che  aumenta leggermente l'appetito, per cui per chi è a dieta non è l'ideale.....
Si può consumare anche sotto forma di decotto e gustarlo come una piacevole bevanda tutta salute.

Per informazioni approfondite:
http://www.greenme.it/mangiare/altri-alimenti/10284-cicoria-proprieta-usi

L'OLIO DI VINACCIOLI
L'olio di vinaccioli, che sarebbero gli acini dell'uva, è ricco di polifenoli, sostanze dalle proprietà antiossidanti, e di acido linoleico, un acido grasso essenziale che fa parte della famiglia degli Omega 6.                                                       
                                                                                    
I semi di vinaccioli

Ha proprietà ipocolesterolemizzanti, grazie agli acidi grassi omega-sei, notoriamente efficaci nel ridurre il  tasso di colesterolo ematico, abbassando i livelli plasmatici della frazione buona HDL e di quella cattiva LDL.

 Il suo contenuto in vitamina E è minore di quello di altri oli come l'olio di girasole, di mais, di soia e di germe di grano.

 Sito per ulteriori informazioni: http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/olio-vinaccioli.html

Lo trovo molto leggero per fare i dolci e nel pane in sostituzione dell'olio di oliva.

Personalmente lo alterno all'olio di oliva,  anche se nelle indicazioni del Dottor Mozzi viene privilegiato l'olio di vinaccioli.
Sicuramente per chi avesse problemi di fegato come la sottoscritta è particolarmente digeribile e di sapore  molto gradevole.
Il suo uso ottimale è crudo, perché con il calore può alterarsi. 

Per la conservazione è meglio riporlo in un luogo fresco, al riparo dalla luce e da fonti di calore

Cosmesi: Per le sue proprietà schiarenti , quest'olio è utile utili nel prevenire e combattere le macchie cutanee, mentre massaggiato delicatamente sul corpo ha un un effetto astringente, rassodante e stimolante sulla microcircolazione.




                                                                   

IL SITO DEL DOTTOR PIERO MOZZI

http://www.mogliazze.it/

I VIDEO CHE HO RACCOLTO
Ne troverete tantissimi su you tube,  ma ho pensato bene di raccoglierli nel mio canale (nella playlist del Dott. Mozzi)per averli sempre a disposizione.
 http://www.youtube.com/channel/UC6QizRdISE5c10EwyRVpxZA/videos?view=1


I GRUPPI UTILI SU FACEBOOK


 TESTIMONIANZE
Se volete testimoniare sarò felice di condividere la vostra esperienza
Contattemi nel mio blog oppure su facebook,  sono Anna Rinaldi
 https://www.facebook.com/girasole.blu.1 


 

- IL SITO UFFICIALE DEL DOTTOR MOZZI SU FACEBOOK




PER LE RICETTE:

I GRUPPI
 Il nuovo gruppo con le ricette utilissime per chi fosse alle prime armi.
Due fiori in cucina mozziana Rosa&Violetta

https://www.facebook.com/groups/1548178312069578/

- Emozioni e gruppi sanguigni (il sito della Dott.ssa Silvia La chiusa, psicologa e bionutrizionista )

-Dieta gruppo sanguigno di Chiaretta Limonta

http://chiaretta-limonta.blogspot.it/ (Il blog è stato aperto da Chiaretta, troverete
la sua testimonianza in http://cronacadiungirasole.blogspot.it/2013/12/chiaretta-dimagrita-23-kg-guarita-da.html )

- Maria e le sue amiche con la loro esperienza in cucina

https://www.facebook.com/groups/258452917549899/



I SITI SUDDIVISI PER GRUPPI SANGUIGNI

Gruppo A: https://www.facebook.com/groups/323908460996634/








MAL DI GLUTINE
La scoperta che il glutine possa danneggiare così l'equilibrio del nostro sistema immunitario, suffragato seppur da poco tempo dalla mia breve esperienza, mi ha
spinto a voler approfondire e comprendere il fenomeno del mal di glutine, che sempre più italiani accusano, pur non risultando celiaci.
A questo proposito trovo molto interessante ed esplicativo questo dettagliato documento che spiega i meccanismi complicati  che adducono il nostro organismo a reagire a questo alimento, innescando una reazione a catena nel nostro corpo, per sfociare infine nelle più svariate patologie.

CURIOSITA' DAL GIAPPONE


Dimmi il tuo gruppo sanguigno e ti dirò chi sei.
Lo sapevate che in Giappone il culto dei gruppi sanguigni ha una popolarità tale che nel 2010, la più nota rivista del Giappone, incluse nel profilo del primo ministro giapponese Naoto Kan  l'appartenenza al suo gruppo sanguigno, lo zero negativo?
Inoltre in questo paese  un'usanza molto diffusa per trovare un partner è affidarsi proprio ai loro GS, per sondarne la compatibilità.
Se volete sbizzarrirvi nello scoprire gli abbinamenti tra i vari GS, questo è l'articolo che fa per voi.
Secondo i giapponesi i Gruppi Sanguigni indicano la personalità dell'individuo  e il suo temperamento.
I primi studi vennero fatti nel 1927, con la pubblicazione "Lo studio del temperamento attraverso il gruppo sanguigno" di Takeji Furokawa.
Il proposito di questo Professore era scaturito in concomitanza alla ribellione del popolo di Taiwan, per studiare le caratteristiche razziali di questa popolazione, che aveva resistito stoicamente all'occupazione dei Giapponesi, sfociando  in episodi molto crudeli.
Dalla ricerca risultò che il 41,2% della polazione apparteneva al gruppo 0.
Per cui il Professore dedusse che questo GS caratterizzasse la tendenza ribelle di questi abitanti.
Mentre gli Ainu, popolazione del sud est asiatico più docile, aveva una percentuale molto più bassa del GS 0, solamente il 23,8 %.
Queste teorie, non avendo alcuna evidenza scientifica, sfumarono la loro popolarità negli anni trenta, per tornare successivamente in auge  negli anni 70 con i nuovi studi di Masahiko Nomi, un giornalista che pubblicò un libro aneddotico sui GS, nonostante venisse attaccato dalla comunità scientifica per le conclusioni approssimative e poco chiare.
Da allora è ormai un fenomeno popolare, al punto che se ti presenti ad un giapponese senza dichiarare anche il tuo GS, ti guarderanno meravigliati.
Certamente   non sempre i caratteri descritti nei GS sono azzeccate e non esiste un particolare approfondimento sulla relazione tra cibi e GS, ma forse non hanno ancora un  Dottor Mozzi - Kawa!

OBIEZIONE VOSTRO ONORE
Mi sembra doveroso farvi sapere che, naturalmente, la dieta del Dottor Mozzi viene spesso bocciata dalla comunità scientifica  e  catalogata nelle bufale:
"E' una stupidaggine"
"Non c’è alcuna evidenza scientifica a sostegno dell’associazione tra il gruppo sanguigno e le esigenze nutrizionali" e vari bla bla che ci spiegano con "rigore" quanto sia poco fondata la sua teoria..
Se avete voglia di sapere cosa dicono di lui, questo è un agguerrito articolo che cerca di stroncare le sue teorie.http://daily.wired.it/news/scienza/2013/06/04/dieta-gruppo-sanguigno-361279.html
Ma come sempre i nostri medici ricercatori incanalati in binari precostituiti, perdono di vista la realtà oggettiva, che è poi  per i poveri malati in cerca di soluzioni, quella che più conta. 
"Ipotizzare, sperimentare, analizzare e trarre conclusioni." é questo che ha portato avanti la vera ricerca, scevra da dogmi e preconcetti.
E da sempre nei secoli le innovazioni vengono inizialmente contrastate anche ferocemente, per poi essere acquisite e diventare un altro dogma da aggiungere, in attesa di quello nuovo....
E, mentre la nostra comunità scientifica elucubra e sentenzia sulla dieta dei GS, il Dottor Mozzi con semplicità e senza avere alcuna pretesa di possedere la verità, da decenni cura e aiuta  le persone con la sua dieta.
I risultati sono evidenti e incontrovertibili  e per noi comuni mortali non baciati da immane sapienza, questo è più che sufficiente...insomma: Provare per credere!



Qui troverete le testimonianze raccolte finora:
http://cronacadiungirasole.blogspot.it/search/label/Dieta%20del%20Dott.Mozzi%3Ale%20ricette%20della%20Salute 


FIRMATO...GRUPPO ZERO  


http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-dieta-del-dottor-mozzi-libro-pietro-mozzi-libro.php












 


  






.
 







39 commenti:

  1. Un articolo ben fatto, complimenti. Anche io gruppo 0+

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie..un po' chilometrico ma ho cercato di raccogliere più informazioni possibili. Anche tu gruppo zero? Fortunato veloce come una lepre e sempre attivo ;)

      Elimina
  2. Grazie, ho scoperto solo oggi Mozzi e questo post con tutti i link è veramente illuminante.Tornerò spesso e...ancora grazie :-)

    RispondiElimina
  3. Dopo 7 giorni che ho iniziato la dieta del Dott.Piero Mozzi la mia pressione minima e' precipitata di 15/20 punti, tanto che ho dovuto interrompere progressivamente la pasticca per l' ipertensione che da un anno e mezzo ben due dottori ed uno specialista mi avevano prescritto a vita ( sobh). Sono passato (come minima diastolica) da picchi di 110 e lode a 67 col fischiabotto!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ora ho intenzione di continuare a lungo, visti i risultati sbalorditivi, la mia personale sperimentazione. Ho essenzialmente tolto il latte vaccino ed i suoi derivati ed il frumento col glutine(pasta e pane di grano), ma non solo, responsabili a detta del Dott. Mozzi di tantissime patologie anche gravissime che la cultura dominante della medicina soffoca e reprime nei suoi sintomi con le medicine. Il metodo del Dott. Mozzi si basa sulla giusta somministrazione di una rosa di alimenti adatti al proprio gruppo sanguigno! E dunque rimuoverebbe la causa iniziale delle patologie. L' aspetto sconvolgente della vicenda e' che avendo, nel corso della dieta ( a tutt' oggi un mese), sgarrato per ben tre volte, ho dovuto constatare l'istantaneo ma momentaneo innalzamento della pressione on quelle circostanze!!!!
    Nel frattempo ieri apprendevo da un collega che l' ha intrapresa da poco, assicurazioni di grandi benefici in due sue patologie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere Alessandro che tu abbia intrapreso la dieta. Vorrà dire che tra un po' potrai testimoniare anche tu ;)
      Questo regime alimentare ha veramente risultati straordinari. Anch'io la sto continuando e i miglioramenti sono costanti.

      Elimina
  4. Ho avuto anche io un linfoma non Hodgkin di terzo grado follicolare in remissione da 18 mesi sono ancora in terapia ogni due mesi di anticorpi monoclonali volevo chiederti visto che hai parlato con il Dott.Mozzi se ti ha detto qualcosa di particolare che chi ha avuto un linfoma deve seguire io sono gruppo A ti ringrazio e scusa se mi sono permesso ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5 anni fa, dopo tante Chemo, radiazioni e altri trattamenti terapia naturale che ho preso solo per curare il mio cancro al seno moglie, il tutto non ha funzionato per la mia condizione. Ho trattamento di questa malattia negli ultimi 5 anni, ma oggi sono qui dicendo il mondo di mia moglie vittoria finale sul cancro al seno con l'aiuto di Rick Simpson canapa e olio di cannabis che ho comprato da. Rick. Questo è un passo avanti nella mia famiglia con tanta gioia nella nostra vita di oggi; Io ho davvero apprezzato tutto l'aiuto e
      contributo di tutti i membri della mia famiglia per tutto quello che ha fatto per me e tanto amore per la mia cura e marito amorevole. Amore mio, tu mi ha dato il rafforzarsi. Lasciate fermare il cancro al seno, andare per il test e salvare la vita, ma se avete malattie cancerose, non c'è bisogno di sprecare soldi per Chemo o radiazioni, andare a prendere il farmaco Rick Simpson oggi, questo è un farmaco che dovrebbe essere legalizzare in tutto il mondo, per coloro che desiderano acquistare il farmaco, basta contattare il Dr. Rick su
      ricksimpsonphoenixtearsoil@gmail.com e vi saranno anche detto su come applicarla. Che meraviglioso soggiorno con Cannabis olio.

      Elimina
    2. Caro Rick, la mia famiglia e voglio ringraziarvi per aiutare mio marito per ottenere una migliore. Il dottore sentiva di avere la leucemia vecchiaia, che appare nel suo esame del sangue come una infezione cancerose. Dopo aver preso l'olio di canapa per poche settimane il nuovo esame del sangue ha mostrato grande miglioramento. Non solo l'infezione luce e non ha più bisogno di vedere un oncologo. Ora sta godendo il nostro nuovo nipotino e all'età di 82 hanno in programma di essere con noi ancora per molto tempo.
      Rick grazie ancora, Dio vi benedica e ti protegga bene. rick-mail is?ricksimpsonphoenixtearsoil@gmail.com

      Elimina
  5. gruppo zero... http://cocamideva-and-julypeg.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Cibi che giovano al fegato: la dieta per il fegato http://goo.gl/FOORGB
    articolo ben fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Tommaso, sei molto gentile, ho guardato il link.
      Ma ho letto che per il fegato consigliano proprio i carboidrati, cioè pane, pasta, riso, zucchero, miele.
      Il pane e la pasta li ho eliminati completamente.
      Ed è così che abbassato le transaminasi e sto molto meglio!!!
      Mentre prima seguendo la dieta descritta nel link stavo molto male e avevo transaminasi altissime...
      Mangio poco riso,zucchero e miele li limito tantissimo.
      Di uova(ne consigliano solo due) invece ne mangio anche 6 alla settimana, non bevo tanta acqua, solo al mattino, a volte col limone spremuto o frullato,bevo raramente durante il giorno o attraverso le verdure e la frutta.
      Il meccanismo per cui bere troppa acqua non fa bene, l'ho messo in quest'articolo con i consigli del Dott. Mozzi http://cronacadiungirasole.blogspot.it/2013/10/cronaca-di-una-dieta-lalimentazione..
      Prediligo il pesce alla carne.
      Insomma la mia dieta è molto diversa da ciò che consigliano solitamente per chi ha problemi di fegato, e funziona!
      Anna

      Elimina
  7. Ciao Girasole Blu,
    mi chiamo Michele e sono anche io molto interessato alla dieta del GS. Andando sui siti di Mogliazze e del dottor Mozzi ho notato che ci sono sia conferenze che mercatini a cui partecipa il dottore e attraverso i quali è possibile entrare in contatto direttamente con lui.
    Avendo tu più esperienza ti chiedo se per riuscire a parlare a quattr'occhi con lui è preferibile recarsi a una conferenza o è meglio un mercatino. Inoltre quanto tempo da a disposizione ad ogni persona che chiede di parlargli? E mediamente quanto si attende?
    Scusa per le tante domande, ti ringrazio fin d'ora se vorrai rispondermi.
    Michele.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Ottimo blog, ricchissimo di informazioni.complimenti!

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  11. La VERA scienza ha fatto le ricerche e pubblicato i dati definendo la dieta del Gruppo Sanguigno non solo senza alcun fondamento... ma pericolosa per la salute.
    Se ci sono dati, studi approfonditi che dicono il contrario sarebbe bello poterli vedere. #ShowMeTheEvidence (fuori i dati).
    Senza contare che qui non si sta parlando di qualcosa di non testabile... difatti... ecco i DATI (perchè chi fa bene il suo lavoro produce DATI verificabili e replicabili):

    http://www.scienzainrete.it/contenuto/articolo/tommaso-costa-e-cristina-spataro/dieta-del-gruppo-sanguigno-controversia-risolt-0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacerebbe anche a me vedere qualche dato, compito della scienza verificare.Io invece sono semplicemente una persona che ha iniziato la dieta per caso e ha scoperto che fa bene alla salute, non è mio compito fare ricerche se non personali e di contattto diretto con chi fa la dieta,questo è ciò che mi sono prefissa.
      Per quanto riguarda la pericolosità, sarebbe bello sapere quali sono i pericoli e quante persone sono state danneggiate, anche perchè il Dottoreinvita soltanto a studiare le reazioni del nostro corpo al cibo, dando solo qualche indicazione semplice, e non consiglia farmaci se non qualche fitoterapico.
      Mentre per i farmaci la"scienza" ci consiglia spesso su dati scientifici che dopo anni vengono però smentiti dalla realtà, e nel frattempo hanno danneggiato irreversibilmente migliaia di persone, che in molti casi perdono la salute e a volte anche la vita! Ne frattempo chi ha lucrato sui farmaci ha guadagnato però miliardi di euro in borsa.
      La parola Scienza può riempire la bocca, ma non sempre è sinonimo di garanzia e serietà.
      Da quando ho iniziato la dieta,ho consociuto centinaia di persone che traggono enormi benefici applicando i consigli di questo medico, e molti guariscono. Chi ha patologie gravi se non guarisce riesce a convivere decentemente con la propria patologia.
      Mentre aspettiamo dati incontrovertibili dalla scienza, le persone che vogliono star bene subito, non fanno nient'altro che provare e vedere quali sono i risultati. E sinceramente non trovo che ci sia bisogno della "scienza" per capire se un alimento fa bene o male se ci si abitua ad osservare le reazioni del prorpio corpo.
      Cappuccino e brioches fanono venire il mal di pancia? Che aspettiamo la Scienza? O smettiamo di prenderlo?
      Vediamo che senza glutine stiamo meglio anche se non siamo intolleranti? Basta smettere di assumerlo e si sta meglio, e se questo succede con decine di migliaia di persone, sta alla Scienza capire il perchè.
      La dieta si diffonde a macchia d'olio semplicemente perchè funziona, e cosa rara non devi spendere un euro dal medico per capirla.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Daniele, se si va a leggere attentamente l'articolo dei ricercatori caanadesi, ci si accorge che i loro risultati sono quantomeno ambigui, a causa dell'incompletezza della ricerca. Ma questo è implicito nel fatto che si tratti di un solo articolo, con cui non si può cercare di liquidare una questione ben più complessa. In breve, l'articolo si presenta con non pochi difetti, tutt'altro che trascurabili...
      1) La ricerca pubblicata è stata condotta su 1455 soggetti. I partecipanti allo studio hanno semplicemente compilato un diario alimentare e, in base a questo, a ciascun individuo è stato attribuito un "punteggio" per valutare quanto la sua l'alimentazione era fedele alle direttive imposte dalla dieta del gruppo sanguigno. Fin dall'inizio questo metodo sarebbe dovuto apparire come una procedura molto approssimativa. Attribuire semplicemente il punteggio +1 o -1 a chi sceglie o non sceglie l'alimento giusto per il proprio gruppo darà un punteggio che oscilla avanti e indietro, e che spesso finisce per essere uguale a zero. Per esempio, un soggetto di gruppo A che mangiava 350 g di hamburger tre volte a settimana otteneva un punteggio pari a '0' se guarniva l'hamburger con delle cipolle.
      2) Lo studio è stato effettuato su giovani adulti di età compresa tra i 20 e 29 anni. Se si usa un campione composto di soli giovani adulti, è quasi certo che si ottengano differenze trascurabili tra i vari gruppi sanguigni, specialmente perché le diete dei gruppi sono sostanzialmente composte da cibi non trattati. Sarebbe stato più utile studiare un campione con uno stato di salute leggermente più compromesso, per esempio individui con problemi digestivi.
      3) Lo studio ha analizzato l'alimentazione dei partecipanti per il periodo di un mese. Persino nelle migliori condizioni, questo è un brevissimo periodo di tempo per poter osservare delle differenze anche piccole tra i vari individui, peraltro giovani e in buona salute... Monitorare per un solo mese alcuni ‘biomarcatori’ associati a malattie cardiovascolari, che di per sé impiegano anni a svilupparsi, è come osservare un singolo neo sulla pelle per un mese e affermare che si può prevedere la probabilità di ammalarsi di melanoma.
      4) In questo studio "il farmaco" era il cibo, e proprio sul cibo i ricercatori non avevano il pieno controllo. Poiché non esisteva un gruppo di controllo non c'è modo di dire per certo se le persone che stavano assumendo cibi sconsigliati stessero peggio rispetto alla media. Detto in altri termini, questo studio ha indagato sulla cosa sbagliata. Inoltre, che il fatto di non avere coinvolto nella ricerca l'autore del libro "L'alimentazione su misura" (Dr. Peter D'Adamo) è la prova che non si voleva realmente capire il contributo che regimi alimentari diversi possono dare nel caso di malattie cardiovascolari....

      Da questa ricerca limitata nel tempo e non condotta in maniera impeccabile non possiamo concludere niente di niente. Sono invece le migliaia di pazienti veri che hanno seguito la dieta e ne beneficiano nel mondo reale che contano, in special modo quelli con patologie metaboliche, infiammatorie e autoimmuni, i quali asseriscono "sto meglio, mi sento energico, la mia vita è cambiata".

      Elimina
    4. Grazie Emmanuel per il tuo contibuto.

      Elimina
  12. Ciao! Grazie per tutte queste info! Ho scoperto questo metodo perche ho visto un video su YouTube che riguardava la cellulite. Il dottor Mozzi consigliava di cambiare la propria dieta e così via...
    Io però sono magrissima e non voglio assolutamente continuare a dimagrire. Purtroppo molte testimonianze riportano dimagrimento eccessivi. Che mi dici a tal riguardo? Grazie!Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, da magra a magra,anch'io ho lo stesso problema. Quando voglio ingrassare un po' aumento i cereali senza glutine, oppure un po' di legumi in più. Anche se io per le mie patolgie, non devo esagerare con i cereali, per cui faccio delle pause. E poi fai ginnastica, sport o movimento. Io vado in bicicletta,cammino, faccio tanto lavoro in giardino o nell'orto, zappo, pianto pulisco, mi muovo sempre. Anche il vogatore dovrebbe andar bene, oppure qualsiasi altro tipo di ginnastica che ti piace. Io nuoterei tutti i giorni se abitassi al mare, è ottimo come sport. In questo modo non è che si ingrassi ma i muscoli si rassodano e fanno un po' di massa. Comunque meglio un po' magri, ma sani!

      Elimina
  13. Sono anch'io O, con tosse terribile tutto quest'inverno! Prendevo arance a profusione, latte e miele, biscotti, crackers ,
    Ecc. Dopo aver letto le info del dr Mozzi ho sospeso tutto e di botto e' sparita la tosse!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Wendy, sono contenta dei tuoi risultati. A volte sembrano strani questi collegamenti tra cibo e alcuni disturbi, eppure provando si vede che funziona.

      Elimina
  14. interessantissimo tutto anch'io seguo dieta mozziana gr o ma i miei valori di colesterolo, transaminasi e GGT sono aumentati. elimin ato cereali, latticini, frutta mi concedo un po' di cioccolato e allora come mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao sono Anna. Io, come avrai letto dal mio articolo, avevo transaminasi molto alte, colesterolo, dolori al ginocchio, pruriti, eczemi alle mani e stanchezza insopprimibile soprattutto dopo i pasti a base di glutine e dolci.
      Ora dopo più di due anni, le mie transaminasi si sono abbassate moltissimo, l’RNA(quantitativo virale) pure, e la mia salute continua ad andare bene. Questo non vuol dire, pur avendo ritrovato la salute con la dieta, che io non abbia voluto eliminare l’epatite, infatti sto iniziando gli antivirali.
      Per il mio colesterolo invece inizialmente si è abbassato, togliendo i cereali col glutine. Poi aveva avuto un rialzo e ho scoperto che poteva derivare dalle troppe mandorle. Ne mangiavo a manciate!, invece non bisogna eccedere(sono anche velenose se mangiate in abbondanza) soprattutto nei mesi meno freddi, e dal saraceno se consumato in eccesso(infatti era un periodo che abbondavo troppo).
      Vedi se queste considerazioni ti possono essere utili.
      Io naturalmente sottolineo sempre che comunque non sono un medico e mi limito a riportare la mia esperienza quella di altri. Bisognerebbe sapere inoltre qualcosa in più, se hai mai fatto le analisi per sapere se hai un'epatite, se invece ce l'hai da quanto tempo e che genotipo, cosa mangi ogni giorno, da quanto fai la dieta, se la segui scrupolosamente e che gruppo sanguigno sei. Mi dà l'idea che il cioccolato possa essere il colpevole, dovrebbe essere consumato solo quello fondente, ma sempre senza esagerare.
      Quello al latte dovrebbe essere eliminato. Vedi se eliminando quello o cercando altri colpevoli con un diario alimentare e rifacendo le analisi va un po' meglio.
      Ti consiglio anche un gruppo su facebook dove ci sono Rosa e Violetta, molto rigorose nelle regole del gruppo, che da anni fanno la dieta e sono molto brave nel dare consigli. Al limite se non risolvi puoi sempre andare dal Dottor Mozzi, anche se ci vogliono mesi per avere un appuntamento. C'è anche la Dottoressa Silvia La Chiusa, molto disponibile che fa la dieta dei gs e, facendo la psicologa risolve problemi collegati al cibo
      Ti metto i gruppi
      https://www.facebook.com/profile.php?id=1548178312069578&ref=ts&fref=ts
      Chiedimi pure l’amicizia su fb se vuoi, così ti iscrivono subito se chiedi di entrare nel gruppo
      Io sono Anna https://www.facebook.com/girasole.blu.1
      Questa invece è la Dottoressa
      https://www.facebook.com/silvia.lachiusa
      E questo è il gruppo che la sostiene e dove ogni tanto risponde alle domande degli iscritti
      https://www.facebook.com/groups/195153020633929/?ref=ts&fref=ts
      Poi riscrivimi per dirmi se hai risolto il problema.

      Elimina
  15. Ciao Anna il mio nome è Patrizia ho bisogno di un'informazione che forse tu mi puoi dare. Ho iniziato la dieta del gruppo sanguigno(sono gruppo 0) da circa una settimana più per una questione di salute che per altro. Sono una donna magra nonostante mangi praticamente di tutto e in continuazione ho il problema opposto di molte donne, infatti quando sono sotto stress o lavoro più del normale ho la tendenza a dimagrire ulteriormente. Ho diminuito drasticamente il consumo di caffè e seguo la dieta così come è prevista dal mio gruppo ma ho notato che se i primi 2 giorni mi sentivo bene, ora mi succede durante la giornata di avere degli svarioni accompagnati da uno stato confusionale e continuo ad avere una sensazione di fame e sono dimagrita di 1 kg cosa che io non mi posso permettere. Non so se è perché avendo l'abitudine di mangiare spesso biscotti e merendine abbia avuto un calo di zuccheri o perché tutto sommato sto mangiando meno, ma so che così non posso reggere. Voglio dire per fugare dubbi che la dieta mi da sicuramente dei benefici ma dovrei risolvere questo disturbo. ho tentato di contattare il Dott. Mozzi ma senza successo e siccome tu hai detto che sei magra ho pensato che magari anche tu hai avuto questo problema. Ho comprato il libro di Mozzi ma ancora non mi è arrivato e essendo una principiante della dieta non ho molta dimestichezza con gli alimenti consentiti e forse sto effettivamente mangiando meno. Spero che tu mi possa dare qualche consiglio. Grazie mille e complimenti per il tuo blog veramente utile !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, leggo che sei proprio all’inizio della dieta, per cui è più che normale che il fisico sia scombussolato.
      Anch’io sono gruppo zero e sono sempre stata magra. Nei primi mesi tendevo a dimagrire con la dieta, abituata com’ero a pasta pane e dolcetti a gò gò.
      Anche perché il corpo era abituatto a nutrirsi con il glutine che riempie e fa ingrassare e gonfiare di più dei cerali senza glutine.
      Solo dopo un bel po’ di mesi ho iniziato di nuovo a ornare in peso forma, anche se tendenzialmente sono sempre una taglia 40-42.
      Ci vuole comunque un po’ di tempo per ritrovare il giusto equilibrio,
      Se tendi a dimagrire i cereali senza glutine e i legumi fanno aumentare un po’ di peso.
      E non farti mancare le proteine.
      Per la carne vedi tu, il gruppo zero è quello che tendenzialmente è il più carnivoro, maio cerco di mangarla solo bio o altrimenti niente, meglio poca ma buona. Il probelma è il costo purtroppo.
      Ma comne protine vanno benissimo le uova, non ti preoccupare del colesterol, io ne mangio anche 6 o 7 alla settimana in alcuni periodi.
      E anturalemnte pesce, anche surgelato,le proteine animai sono quelle che ti danno energia, io in alcuni periodi per i miei problmei ora che mi sono adattata a questo regime alimentare per giorni mangio anche solo protine animali pesce uova carne e verdire e legumi anche s eio digersico bene solo i piselli e qualche volta i ceci e i fagioli binachi cannellini.
      Un’ottima colazione energetica per il gruppo zero io trovo che sia, pesce(anche merluzzo findus) oppure salmone o tonno sempre surgelati o freschi con verdure, buonissime tutte le cicorie che sono disintossicanti. Colazione energetica e che riempie.
      Oppure uova, io ne mangio anche due con verdure cotte o anche con dei legumi.
      O insalta con tonno in scatola e fagioli in scatola(anche se a dir la verità io le scatolette le tengo solo di scorta perchè non le digerisco bene, per chi ha patolgie un po' serie secondo me meglio evitare i cibi conservati)
      O una bella pasta di saraceno col sugo o condita come vuoi, con pesce o anche olio, aglio e peperoncino se hai fretta. Io a volte la condisco pure con le uova messe all’ultimo come si fa ccon la carbonare.
      O una bistecca o altra carne con verdure.
      Puoi farti anche delle pagnotte di cereali, se vuoi ti mando la ricetta.
      Qualche volta la farinata(noi gruppo zero solitamente digeriamo i ceci)
      O castagnaccio se lo digerisci.
      Questo per la colazione o pranzo.
      Nel frattempo l’ideale sarebbe un po’ di attività fisica che aumenterebbe un po’ la massa muscolare. Il Dottor Mozzi consigli il vogatore che impegna tutti i muscoli e passeggiate a pié veloce. Io ad esempio vado spesso in bicicletta, zappo, lavoro in giardino e cammino moltissimo in modo veloce. E questo anche mi ha aiutato a riprendere un po’ di peso.
      Beninteso con la dieta sarà sempre difficile ingrassare.
      Poi vedrai che il fisico dovrebbe una forma di adattamento
      Se ti fa piacere chiedermi l’amicizia anche su facebook, ti posso mandare privatamente qualche consiglio del libro del Dottore mentre lo aspetti.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  16. 2° round(non mi prendeva tutto il messaggio)
    Ti indico anche qualche sito per le ricette. Questo all’inizio mi è stato molto utile
    http://www.ricettegrupposanguigno.com/
    Poi ci sono anche vari gruppi su facebook dove troverai file e ricette.
    Quello di Rosa e Violetta è molto utile per i consigli, loro fanno la dieta da anni e sono molto rigorose nei consigli.
    https://www.facebook.com/profile.php?id=1548178312069578&ref=ts&fref=ts
    Poi ci sono anche gruppi del tuo gs
    https://www.facebook.com/profile.php?id=851984158193395&ref=ts&fref=ts
    Per quanto riguarda gli appuntamenti col Dottor Mozzi, mi hanno detto che ci vogliono mesi. Puoi provare ai mercatini se sei vicino , anche se praticamente ti ritrovi in una piazza gremita, a fare ore di coda e parlare con intorno le persone che t ascoltano. Lo puoi fare al limite come esperienza mistica… scherzo.
    COME CONTATTARE IL DOTTOR MOZZI
    Per urgenze e casi gravi scrivete una lettera personale al dottor Mozzi al seguente indirizzo : Dottor Mozzi, Località Mogliazze - 29022 Bobbio. Inserite anche copia di referti e i vostri dati per essere contattati. In casi gravi può darsi che vi contatta direttamente lui.
    Non inviate e-mail. Il dott. Mozzi non li legge! Se volete provare a parlare con lui nei giorni di lunedì - martedì e giovedì dalle ore 21,30 alle 22,40 da consigli telefonici gratuitamente. Il numero è 0523.936633. (Attualmente è pero praticamente impossibile trovarlo al telefono, nel frattempo i pazienti sono aumentati!)!
    Per avere una consulenza gratuita potete andare a trovarlo nei mercatini biologici che fa con la cooperativa Mogliazze:
    La prima domenica del mese è a Pavia, piazza del Duomo.
    La seconda ad Appiano Gentile (CO) Piazza della Libertà.
    La quarta a Monza (MI) Piazza Carrobiolo. Gli orari sono dalle 10 alle 17. Spesso si ferma anche più tardi per accontentare più persone.
    Vi anticipo che non è facile riuscire a parlare con lui. Ci sono tante persone che si prenotano con i numerini che distribuiscono degli addetti la mattina presto. Mi hanno riferito che già dalle 6 fanno la coda per ritirarli. Non andate troppo tardi altrimenti è difficile passare. Se siete fortunati, vi può capitare qualcuno che si è stancato di aspettare e vi cede il numero.
    Se ai mercatini volete compilare la scheda che vi daranno su richiesta, vi verrà poi inviata la dieta personalizzata a casa a pagamento .
    Se avete patologie complicate, ai mercatini è forse più adatto per chiedere solo qualche consiglio , perché c'è sempre un po' di confusione, visto la marea di gente.
    Per prenotare una visita PRIVATA anche a CARPANETO Piacentino(PC)
    (Ultimo venerdì di ogni mese)Telefonare al n° 347 3058047
    Il Dr.Mozzi visita anche qui
    Poliambulatorio fisiolife SNC di Pozzi Milena e Troni Roberta
    tel. 0523/852245 • Carpaneto Piacentino
    Via Marconi 11
    Telefonare al numero sopra per l'appuntamento
    Se proprio avessi fretta comunque su fb c’è la Dott.ssa Silvia La Chiusa, bionutrizionista, psicologa specializzata in disturbi legati al cibo e che naturalmente applica al dieta dei gs. E’ tra l’altro molto gentile e disponibile.
    Dott.ssa La Chiusa https://www.facebook.com/profile.php?id=1006311272&ref=ts&fref=ts
    Gruppo di sostegno:Emozioni e gruppi sanguigni
    https://www.facebook.com/groups/195153020633929/?ref=ts&fref=ts
    Come sempre ribadisco che non sono medico e se hai problemi di salute meglio rivolgersi al medico, ma spero di esserti stata utile con la mia esperienza.
    La prima cosa che imparato con questa dieta è, seguendo ovviamente i consigli in generale, imparare a riconoscere i segnali del nostro copro in relazione al cibo, molto utile sarebbe un diario alimentare per comprendere quale sia la strada migliore ed eventuali intolleranze. Fammi sapere per dirmi come va e sa hai risolto.
    Su facebook io sono https://www.facebook.com/girasole.blu.1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per tutte le informazioni che mi hai dato sono utilissime Scusa la risposta ritardata ma solo ora ho avuto modo di rientrare nel blog. Nel frattempo mi sembra di stare molto meglio forse mi sto adattando anche se devo dire che mi mancano moltissimo i dolci . Ieri mi è arrivato anche il libro lo leggerò con calma ma già ciò che mi hai detto mi ha confortato. A volte apro i mobili e vedo tutti i miei dolci e l'idea di non poterli mangiare mi fa stare male.. credo comunque che qualche volta si possa pure sgarrare senza troppo conseguenze... almeno spero. senz'altro ti chiederò l'amicizia su fb . Grazie ancora di tutto ci risentiamo presto. patrizia

      Elimina
    2. Figurati Patrizia di niente. Devo dire che poi in seguito quando sei stabilizzata, uno strapppino una tantum non uccide, io quando ho voglia di dolci mi faccio una crepes di castagne, o frutti di bosco, che è la frutta ch tollero meglio personalmente o una mela cotta, oppure un frappè con latte di mandorle con un fruttino, a dir la verità ogni tanto azzardo un frappè con la banana e un tuorlo che puntalmente non digerisco, ma è più forte di me. Anche al zucca mi toglie la voglia di dolce. Poi diciamo sempre a seconda delle proprie reazioni e dei problemi immunitari che si hanno, una volta che ti conosci meglio, puoi anche mangiare una delle torte che consigliano nei gruppi, magari diminunendo tantissimo gli zuccheri consigliati nelle dosi. Insomma è tutto da imparare e sperimentare. Ceto che io devo stare particolarmente attenta ai dolci... Buona dieta :) Anna

      Elimina
  17. Molto interessante tutto quello che ho letto finora, particolarmente per i problemi legati alla magrezza: io sono magra e sto ancora dimagrendo, anche se la dieta mi sta apportando indubbiamente dei benefici (la seguo da due mesi). Ora farò gli esami del sangue per vedere la situazione in questo momento, poi mi rimetterò in contatto con te, complimenti per il tuo buon senso e il tuo approccio razionale e concreto. Florentina

    RispondiElimina
  18. Utilissime queste informazioni, davvero. Io sono entrata nel "club" Mozzi da appena due settimane dopo una visita ginecologica dalla quale si e` visto che la mia ciste endometriosica e` cresciuta e di parecchio tanto che volevano subito farmi operare, ma ´dato che non ho alcun sintomo e il marker Ca125 e` buono ho rifiutato e mi sono data tre mesi di tempo. Ho scoperto questa dieta e mo` vediamo...speriamo bene...via latticini e glutine...e grazie a tutte le persone che con ricette e foto e blog mi aiutano a nutrirmi bene e con gusto.

    RispondiElimina
  19. Am Bola marchio di base in Germania, mia moglie soffriva
    di cancro al seno e il dottore mi ha detto che non c'era nulla che
    che poteva fare per salvare la mia amata moglie. Poi un amico mi ha parlato il
    Rick Simpson olio di canapa che può curare il cancro, gli ho detto che mia moglie
    il cancro al seno è stata l'ultima tappa che non credo che l'olio di canapa
    avrebbe curato e ha convinto me per provarlo, per amore di mia moglie,
    ho deciso di fare un tentativo.
    Ho fatto qualche ricerca e ho trovato un medico che mi ha aiutato con la
    olio di cannabis per curare il cancro al seno di mia moglie e mi ha assicurato che
    dopo 4 mesi che il cancro non sarebbe più essere, qui è la e-mail a
    Contatto: Ricksimpsoncaneroil@gmail.com
    L'ho comprato e lei usato, ha funzionato esattamente come il medico
    prescritto. Grazie per il medico Rick per togliere il dolore nel mio in
    la mia famiglia che tutti possono immaginare, che mia moglie ha un 2 anni di età
    figlia e un figlio di 6 di sei mesi, che cosa avrei fatto. Dio sarà
    benedica Dr. RICK
    Simpson per avermi aiutato con olio di cannabis e per il suo sostegno e
    cura, contatto e-mail: ricksimpsoncanceroil@gmail.com, quello che posso dire
    al mio Signore: tutto quello che ho da dire è GRAZIE SIGNORE

    RispondiElimina
  20. Salve sono elena G.S. A e soffro di miastenia oculare malattia autoimmune curata con immunosopressori (ciclosporina e cortisone). Qualcuno mi sa dire se mantenere l'alimentazione prevista dalla dieta gs per il gruppo A può servire ad evitare i farmaci? grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena.
      So che la dieta aiuta molto la salute e cura o migliora molte patologie. Non conosco però casi di persone che hanno risolto problemi agli occhi, anzi a dire la verità io stessa ho delle miodesospie, dovute forse sia all'età che alle numerose cure che ho subito per il linfoma , ma che non ho risolto con la dieta. Se mi contatti però su facebook ti posso dare informazioni sui nomi dei gruppi facebook del tuo gs che ti potrebbero aiutare. Lì potresti chiedere anche se qualcuno ha avuto i tuoi stessi problemi. Io per aiutare la vista uso anche i retinoidi e la melatonina del Professor Di Bella e devo dire riesco a leggere ancora a leggere senza occhiali per fortuna. Su facebook sono https://www.facebook.com/girasole.blu.1

      Elimina
  21. Questo per informare tutti i pazienti affetti da cancro per provare l'olio di rick simpson e curare tutta la malattia da

    cancro, nel 2015, è stata diagnosticata un cancro del colon. 8cm tumore. Sono stato operato e poi ho avuto il chemo per

    alcuni mesi. Tutto chiaro fino al 2016. Metastatizzato cancro al fegato 10cm x 9xm x 10cm ... .huge. Sono andato a chemo

    per 3 mesi ... e quasi morto. Il chemo mi aveva piatto sulla schiena ... non vivendo ... solo un zoologia. 3 mesi su chemo,

    il tumore si è ridotto solo del 5% e sono stato devastato. Mio figlio mi ha detto di iniziare a cercare l'olio di cannabis

    su Internet. Mentre vivo a Berlino in Germania, è stato un problema per ottenere l'olio, ordiniamo ed è stato consegnato a

    casa nostra, in tre giorni (siamo molto fortunati).
    Ho deciso di provare a salvare la mia vita. Ho iniziato all'olio di cannabis, con 1 x grano di riso ogni 2 ore e 2 grani di

    riso durante la notte. Non ho cambiato troppo la mia dieta, tranne che ho tagliato l'alcol e lo zucchero e ho provato a

    mangiare sano ... un sacco di frutta ... come
    Non mangio veggies. Dopo un mese il tumore non si era ridotto, ma non era cresciuto. Dopo 2 mesi, ho aumentato la mia dose

    a 2 grani di riso ogni 2 ore attraverso il giorno e poi 10 grani di riso durante la notte prima di dormire. La scansione

    successiva, 1 mese
    In seguito, mostrò anche che il tumore non si era ridotto, ma aveva iniziato a morire nel mezzo. Sono stato estatico. Ora

    adesso consenso ad operare su di esso (ma non sapendo o credere che l'olio sta funzionando). Gli ospedali lo dicono perché

    ho ancora un po 'di chemo in me ... .e va bene .... Saranno operanti il ​​16 gennaio 2017, ho rifiutato e continuo con l'olio

    e poi non tornerò a chemo, ma su uno stile di vita sano, con l'olio di cannabis, sono andato per il controllo medico e sono

    stato Ho detto di essere libero da cancro, (mantenimento) per il resto della mia vita, sono libero di cancro. Contattare e

    ordinare il vostro olio con
    Rick simpson, invialo via ricksimpsoncanceroil@gmail.com grazie

    RispondiElimina
  22. questo per informare tutti i pazienti affetti da cancro per provare l'olio di rick simpson e curare tutte le malattie del cancro, nel 2016, mi è stato diagnosticato un cancro del colon. 8cm tumore. Sono stato operato e poi ho avuto il chemo per alcuni mesi. Tutto chiaro fino al 2016. Metastatizzato cancro al fegato 10cm x 9xm x 10cm ... .huge. Sono andato a chemo per 3 mesi ... e quasi morto. Il chemo mi aveva piatto sulla schiena ... non vivendo ... solo un zoomi. 3 mesi su chemo, il tumore si è ridotto solo del 5% e sono stato devastato. Mio figlio mi ha detto di iniziare a cercare l'olio di cannabis su internet.
    Mentre vivo a berlino in Germania, è stato un problema per ottenere l'olio, ordiniamo ed è stato consegnato a casa nostra, in tre giorni (siamo molto fortunati).
    Ho deciso di provare a salvare la mia vita. Ho iniziato su olio di cannabis, con 1 x grano di riso ogni 2 ore e 2 grani di riso durante la notte. Non ho cambiato troppo la mia dieta, tranne che ho tagliato l'alcol e lo zucchero e ho provato a mangiare sano ... un sacco di frutta ... perché non mangio le verdure. Dopo un mese, il tumore non si era ridotto, ma non era cresciuto. Dopo 2 mesi, ho aumentato la mia dose a 2 grani di riso ogni 2 ore attraverso il giorno e poi 10 grani di riso di notte prima di dormire. La scansione successiva, 1 mese dopo, ha anche mostrato che il tumore non si era ridotto .... MA aveva cominciato a morire in mezzo. Ero estatica.
    Adesso consentiranno di operare su di esso (ma non sapendo o credere che l'olio sta funzionando). Gli ospedali lo dicono perché ho ancora un po 'di chemo in me ... .e va bene .... Saranno operanti il 16 giugno 2017, ho rifiutato e continuo con l'olio, e poi non tornerò a chemo, ma in uno stile di vita sano, con l'olio di canapa, sono andato per il controllo medico oggi 8 ottobre 2017 e mi è stato detto che sono libero da cancro, (manutenzione) per il resto della mia vita ... .CANCER FREE.contact e ordinare il tuo olio con rick simpson, invialo via email via ricksimpsoncanceroil@gmail.com grazie

    RispondiElimina