giovedì 7 aprile 2016

Vittorio, la Sclerosi Multipla e la dieta dei gruppi sanguigni.

VITTORIO E LA SCLEROSI MULTIPLA
Eccomi con una nuova straordinaria testimonianza sull’efficacia di questo regime alimentare.
La Sclerosi Multipla: questa patologia neurologica da cui sono affette tre milioni di persone nel mondosolo in Italia colpisce 75mila persone, ed è purtroppo tra le più comuni nella popolazione giovanile.
Le sue cause sono tuttora sconosciute e non esiste alcuna cura che la debelli, ma solo una serie di farmaci in grado di combatterne i sintomi, alleviare  la durata e la gravità degli attacchi, velocizzare il recupero, prevenire e ridurre l’incidenza delle ricadute, nonché ritardarne la progressione.
Per questi motivi trovo particolarmente preziosa la testimonianza di Vittorio, che dimostra per l’ennesima volta l’importanza di un regime alimentare corretto per guarire le malattie, e senza farmaci.
Inoltre pone a noi tutti un inquietante interrogativo sulle gravi conseguenze dovute all'assunzione di alcuni  alimenti che vengono tuttora difesi a spada tratta dai  nutrizionisti in nome della Dieta Mediterranea (soprattutto glutine e latticini),  sia nell'ipotesi che sia solo un fattore scatenante oppure la causa principale.
Pur non avendo la presunzione di avere la verità assoluta in mano, spero che questa lettura sia uno spunto di riflessione non solo per tutti coloro che sono affetti da questa patologia, ma anche per tutti quei medici che vogliano andare oltre gli schemi classici, analizzando semplicemente questa realtà.

Grazie di cuore Vittorio e complimenti per la forza e la determinazione con cui hai condotto questa dura battaglia.
Anna

INTRODUZIONE
L’intestino è la sede centrale del sistema immunitario, la centralina che funziona come un sensore non solo per capire ciò che noi introduciamo nel corpo, ma risponde anche in base alle condizioni ambientali che ci circondano.
Se ci alimentiamo in maniera corretta l’intestino funziona bene, se invece le cattive abitudini alimentari dominano la nostra vita come è successo a me ,le possibilità di andare in contro a una patologia sono altissime.
Purtroppo io non ho avuto la fortuna di conoscere lo stile di vita del Dottor Mozzi sin da piccolo perché
come la stragrande maggioranza delle persone ho sempre fatto uso di latte e derivati, frumento, salumi, zuccheri etc, senza nessuna cultura alimentare appunto perché ci si rende conto di quanto sia preziosa la vita solo dopo che si cade nel danno.
Sintomi Sclerosi Multipla

A me il conto di tutto il latte e cibi dannosi che ho utilizzato fin dalla nascita è tornato salatissimo, perché nel 2009 all’età di soli 24 anni mi è stata diagnosticata la sclerosi multipla, quindi vuol dire che il danno subito dal mio sistema immunitario (intestino) è altissimo a tal punto che purtroppo ho dovuto fare definitivamente il funerale a moltissimi alimenti.

I MIEI RISULTATI CON LA DIETA
Ho la sclerosi multipla da 7 anni e alimentandomi secondo i suggerimenti del Dottor Mozzi e grazie al mio impegno nel rispettare determinate condizioni, non ho mai assunto un medicinale legato alla malattia.
Ho iniziato ad abbandonare le vecchie abitudini alimentari per avvicinarmi a quelle giuste dopo ben 11 mesi dalla diagnosi della sclerosi multipla perché prima non conoscevo questo Dottore.
In quel periodo, prima di cambiare regime alimentare era un andare avanti e indietro dal centro per la sclerosi multipla per la dose di cortisone, perché la malattia si faceva sentire e più introducevo ciò che il mio corpo non accettava, e più il mio corpo si ribellava.
Quando si arriva a covare una patologia devastante è perché il nostro intestino ha finito di funzionare in maniera corretta e non accetta più determinati cibi.
La sclerosi multipla non è altro che la demolizione dei centri nervosi da parte del sistema immunitario, non è una malattia che cammina da sola, prima si demolisce l’intestino e dopo si distrugge il sistema nervoso.
La Mielina e la Sclerosi Multipla
LA DIETA, UNO STILE DI VITA
Una medicina per guarire dalla sclerosi multipla non esiste, altrimenti l’avrebbero data subito anche a me al momento del ricovero e sarei guarito.
Io dopo 7 anni ho imparato talmente tante cose con questo stile di vita e regole alimentari che mi sono fatto un vero e proprio bagaglio culturale e posso dire per fortuna che ho intrapreso subito questo stile di vita mozziano per fermare la demolizione del mio sistema immunitario che era in corso, altrimenti a quest’ora non so a che livello sarei…
Posso dire che adesso alimentandomi in maniera corretta, la sclerosi multipla vera e propria, ovvero formicolii, forte duplopia, perdita dell’equilibrio etc.,di cui ho sofferto in fase iniziale sono spariti.
Giustamente il mio sistema immunitario (intestino) che è stato toccato in maniera importante non si può più permettere di ricevere determinati cibi, ma ha bisogno solo di alcuni alimenti per restare in equilibri e funzionare e cercare di mantenersi nella maniera migliore.

LA MIA DIETA
COSA MANGIO AVENDO SCLEROSI MULTIPLA.…GRUPPO B SCEGLIENDO DI NON ASSUMERE MEDICINE:

COLAZIONE: TUTTE LE MATTINE BEVO 4 UOVA SCALDATE, LE SPACCO IN UN BICCHIERE DOPO CHE BOLLONO 1 MINUTO.


PRANZO:ALTERNO ALI DI TACCHINO BOLLITE A PUNTE DI VITELLO CUCINATE IN UNA PENTOLA CON POCA ACQUA, OPPURE TROTA SCOTTATA IN PADELLA.
COME  CONTORNO CONSUMO TANTE CAROTE CRUDE, PEPERONI, CAVOLO CINESE, BROCCOLI E COSTE e VERZA CRUDA IN INVERNO.


CENA: GLI STESSI CIBI DEL PRANZO, CHE ALTERNO TRA GIORNO E SERA.
Questi sono i cibi da me maggiormente consumati, ma non rifiuto salmone, sgombro, carni ovine.


Purtroppo come ho già detto all’inizio ho dovuto chiudere definitivamente anche con determinati cibi mentre per chi non ha  problemi di salute sono ottime alternative ai cibi tossici:
Carne, pesce, uova e verdure contro la Sclerosi Multipla
Quinoa-riso-legumi-farine di legumi-frutta secca-frutta di stagione.

È una battaglia da 7 anni con sole proteine valide perché solo ed esclusivamente con le carni e verdure l’intestino (sede centrale del sistema immunitario)  riesce a tornare a funzionare e di conseguenza inviare le giuste sostanze a tutto il corpo.
A me quest’alimentazione ha saputo trasformarmi letteralmente soprattutto nel modo di intendere la vita, sarà forse la rigidità con cui ho affrontato la sfida e affronterò per sempre, ma so solo che adesso sono sulla strada giusta.

Vittorio

CHE COS'E' LA SM  
La Sclerosi Multipla è una malattia infiammatoria, neurodegenerativa demielinizziante con lesioni a carico del sistema nervoso centrale, cervello e midollo spinale.
Che cos'è la Mielina?
E' una sostanza che riveste i nostri nervi, ricoperta da acidi grassi, e consente la trasmissione rapida e coordinata degli impulsi.
Trovo molto interessante quest' articolo in cui spiega l'importanza della Mielina ed il suo funzionamento.

"Sono la velocità e l'efficienza con le quali questi impulsi nervosi sono condotti che consentono l'esecuzione di movimenti armonici, rapidi e coordinati con poco sforzo conscio. Nella sclerosi multipla, la perdita di mielina (demielinizzazione) è accompagnata da una alterazione dell'abilità dei nervi a condurre gli impulsi elettrici da e per il cervello, e questa alterazione produce i vari sintomi presenti nella SM.
Le aree in cui si verifica la perdita della mielina (placche o lesioni) appaiono come aree indurite (cicatrici): nella sclerosi multipla queste cicatrici appaiono in tempi ed in aree diversi del cervello e del midollo cerebrale - ed il termine sclerosi multipla significa letteralmente, cicatrici multiple. Ecco le lesioni viste in una Risonanza Magnetic".
Sembrerebbe anche che la mielina possa rigenerarsi, ma "il problema nella SM sembra consistere nel fatto che il processo di demielinizzazione procede più aggressivamente e velocemente di quello di rimielinizzazione".
Come potrete anche notare nelle considerazioni di quest'articolo, le cause che scatenano questa malattia sono tuttora in una palude di ipotesi  e teorie che non hanno conferma e comunque non riescono a sboccare in una soluzione.
Come spesso accade per le patologie autoimmuni, nessuno ha pensato di analizzare semplicemente se vi potesse essere un nesso o una possibile soluzione nell'alimentazione.

SINTOMI

Disturbi alla vista
I sintomi legati alla vista, piuttosto comuni nei malati di Sm, possono derivare da danni al nervo ottico o da mancanza di coordinazione nei muscoli dell’occhio. L’infiammazione o la demielinizzazione causano neuriti ottiche, che a loro volta possono provocare disturbi o perdita temporanea della vista e a volte anche dolore perioculare.
Le neuriti ottiche possono, inoltre, provocare un punto cieco al centro del campo visivo, definito “scotoma”, che pregiudica la vista del malato.

Disturbi dell’equilibrio e della coordinazione
Danni del cervello e delle vie cerebellari possono provocare disturbi dell’equilibrio e della coordinazione.

Spasticità
Le placche della Sm provocano il disaccoppiamento dei movimenti muscolari funzionali delle estremità e del tronco, causando un eccessivo aumento del tono muscolare a riposo. 
Alterazione della sensibilità 
Come formicolii, sensazioni di bruciore, parestesie

Dolore
Il dolore nella Sm è determinato da un eccessivo affaticamento muscolare o da errori nella trasmissione dei segnali nervosi.

Disturbi della parola
Lentezza del linguaggio, mancanza di fluidità, cambiamenti nel ritmo del dialogo e disfagia (difficoltà a deglutire)

Problemi all’intestino e alla vescica

Affaticamento

Disturbi della sessualità
Sia negli uomini sia nelle donne affetti da Sm i problemi sessuali sono comuni e sono dovuti sia a cause fisiche, sia agli effetti psicologici dovuti alla malattia.

 Reazioni emotiv

CAUSE
Sconosciute

DIAGNOSI
Non esistono test  specifici che accerti la malattia.

TERAPIE
Non esistono. Ci sono solo farmaci che alleviano i disturbi,  la  durata e gravità degli attacchi, velocizzano il recupero, prevengono e riducono l’incidenza delle ricadute nonché di ritardarne linevitabile progressione
Per ridurre il dolore è opportuno integrare esercizi di fisioterapia che riducano la spasticità e la tensione muscolare, tecniche di rilassamento come meditazione, agopuntura e stimolazione nervosa transcutanea e farmaci contro gli spasmi e la depressione

Le informazioni sono tratte dall'articolo nel link, che potrete aprire per eventuali approfondimenti  http://www.epicentro.iss.it/problemi/sclerosi/sclerosi.asp


CONSIDERAZIONI SULLE PATOLOGIE AUTOIMMUNI
Aggiungerei una mia considerazione dovuta alla mia esperienza personale e a quelli di molti altri che hanno a che fare con patologie autoimmuni gravi: spesso per ritrovare la salute l'unica soluzione, oltre a consumare alimenti adatti al proprio gruppo sanguigno, è nutrirsi come Vittorio, cioè solo pesce carne uova e verdure!
Amen, rassegniamoci... d'altronde la salute è uno dei beni più preziosi che abbiamo.
La dieta dei gs: provare per credere.

CONCLUSIONI
Che dire Vittorio? Un nome, un destino. Come non farti i complimenti per questa grande... Vittoria!
E come non sottolineare che il regime alimentare del Dottor Mozzi non avrà "basi scientifiche", come sostengono i suoi detrattori, ma nella pratica ci ridà la salute e per chi è affetto da patologie ancora pressoché incurabili, è quello che conta veramente!

TESTIMONIANZE E ARTICOLI SULA DIETA DEI GS

SCRIVETEMI
Se avete piacere di condividere la vostra testimonianza scrivetemi pure qui o su facebook https://www.facebook.com/girasole.blu.1

IL MIO GRUPPO FACEBOOK












3 commenti:

  1. Complimenti e grandiosi auguri per una salute radiosa caro Vittorio.

    RispondiElimina
  2. ciao Girasoleblu.
    ho anch'io la Sclerosi Multipla. Potrei avere il contatto di Vittorio per scrivergli?
    graziee

    RispondiElimina
  3. Ciao Manuel, scusa il ritardo, vedo solo ora il tuo commento. certo che ti posso indicare Vittorio, è una persona molto disponibile. Chiedimi pure l'amicizia su facebook, così te lo indico.
    Io sono Anna Rinaldi(girasoleblu) -> https://www.facebook.com/girasole.blu.1

    RispondiElimina